Progetto LegARTI: luoghi dismessi diventano Beni Comuni

Sabato 29 maggio 2021 ha visto la luce il progetto LegARTI, che ha trasformato una cabina telefonica dismessa in un punto di bookcrossing, primo punto di una nascente rete di postazioni in cui si potranno scambiare gratuitamente librie e che occasionalmente, ma in maniera sistematica, attraverso una vera e propria “stagione culturale di strada”, diventeranno locations artistiche per ogni forma di arte e cultura e tappe di trekking urbani che ci porteranno alla conoscenza della storia, dell’architettura, dell’archeologia e di quanto nei nostri quartieri è bene culturale.

Ma LegARTI è molto di più! nato da un’idea di noi della Gelateria Splash e da una sinergia tra partner privati e istituzionali, LegARTI nasce dal basso, dalla volontà delle cittadine e dei cittadini di essere realmente una Comunità, di prendersi cura dello spazio comunitario in cui vivono e dalla volontà di riconoscere che la cultura e l’arte sono beni essenziali per la nostra comunità.

In concreto tale progetto prevede la realizzazione di un circuito virtuoso di relazioni di cura tra le persone e i luoghi attraverso la “presa in carico culturale” comunitaria di alcuni spazi urbani simbolici, in una sorta di contrappasso rispetto al circolo vizioso dell’incuria e del degrado cui gli spazi pubblici diventano talora emblema a causa, soprattutto, di comportamenti irresponsabili, quando non addirittura incivili, da parte di singoli: in questo senso il progetto, che parte sperimentalmente in un quadrante del VII Municipio, ha l’ambizione di proporsi come esperienza pilota replicabile in ogni quartiere, così da restituire il respiro culturale di cui abbiamo bisogno soprattutto in questo frangente storico caratterizzato da paure e distanze.

Nel percorso, che parte dalla cabina di via Pinerolo, si inseriscono fermate di autobus, esercizi commerciali, scuole e parchi.

Sulle orme di Maria Lai vogliamo tessere legami con il territorio: per questo i luoghi culturali del percorso saranno riconoscibili attraverso i fili di lana che segneranno il sentiero da percorrere per raggiungerli.

Seguiteci, grandi progetti sono in cantiere. Se volete più informazioni potete chiamare o scrivere al 3401605491 oppure cervelli.simonetta@gmail.com

Simonetta Cervelli
Titolare della Gelateria Caffetteria Equo&Solidale Splash
Portavoce dell’Associazione AssemblAbili globAli e del gruppo di Solidarietà al Quadrato

Condividi l'articolo
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli che potrebbero interessarti

Continuando a navigare il nostro sito, stai accettando l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi