Category Archives: Vita da consigliere

Grazie a tutti!

Grazie a tutti!

Molti di voi avranno saputo che non sono candidato per le prossime elezioni: c’è più di un motivo e sarebbe complicato scendere nei dettagli, ma visto che in tanti mi hanno dimostrato stima e affetto vorrei che sapeste che avrei continuato volentieri a dare il mio contributo per la mia città ma che se l’essere stato troppo attivo e troppo libero viene giudicato un difetto c’è poco da fare…
L’art. 54 della nostra Costituzione dice che “I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore” ed io ho cercato di rispettarlo in ogni occasione e in tutto il mio mandato, impegnandomi a non tradire la fiducia di chi mi aveva votato e di quanti incontravo strada facendo.

Dunque finisce qui (almeno per il momento) la mia esperienza di consigliere, ma ci tenevo a salutare e ringraziare un po’ di persone, che mi sono state compagne per un tratto più o meno esteso di questa avventura: un elenco un po’ lungo che forse nessuno leggerà fino alla fine, ma che per me è importante in ogni singolo nome

Innanzitutto la mia famiglia e mia moglie Federica, il mio comitato permanente!

Poi gli amici storici, che mi hanno appoggiato fin dalla campagna elettorale, e in particolare Andrea, Annalisa, Chiara, Daniele, Elisa, Emanuele, Enrico, Giorgio, Laura, Luca, Luigi, Massimo, Nadia, Raffaella, Serena, Silvia, Simone, Sonia, Stefano… e un pensiero particolare ad Emiliano

Gli amici e colleghi della Lista Civica, con alcuni dei quali si è creato un rapporto molto bello e che forse avrebbe potuto portarci (e ci porterà!) lontano: Adriano, Alessandra, Alessandro, Annarita, Danilo, David, Emilia, Franco, Gianluca, Giulia, Laura, Luca, Marco, Marco, Nathalie, Orietta, Riccardo, Rita, Sara, Stefano… e ovviamente il nostro sindaco Ignazio

I colleghi politici del Municipio, con alcuni dei quali abbiamo discusso anche aspramente ma (spero) sempre alla ricerca del meglio per questo territorio: Aldo, Andrea, Cinzia, Daniela, Diego, Domenico, Emiliano, Eva, Flavia, Franco, Fulvio, Ilaria, Loris, Marco, Monica, Silvia, Stefania, Susi, Umberto… e ovviamente l’amico Davide, croce e delizia di questa esperienza!

Negli uffici del Municipio ho incontrato pochi “fannulloni” e molte persone che nelle mille difficoltà della pubblica amministrazione cercano di svolgere al meglio il proprio dovere: Adriano, Alessandra, Anna Maria, Caterina, Clorinda, Dante, Eleonora, Enzo, Gabriella, Gianfranco, Giovanna, Giovanni, Giuseppe, Graziella, Isabella, Lello, Leonardo, Lorenzo, Luciano, Luisa, Mara, Maria Teresa, Marina, Mauro, Pina, Rita, Sabrina, Samantha, Sandra, Simonetta, Sofia

Tra le esperienze più significative di questo mandato (e, lasciatemelo dire, tra le cose più belle di questa consigliatura!) ci sono sicuramente le due edizioni della Settimana di Promozione Turistica, che non sarebbero state possibili senza Marina, don Alessandro, Luca, Cesare, Marcello, Luciano, Riccardo, Damiano, Vincenzo, Amedeo, Federica, Manuele, Alessandro, Paolo, Francesca, Marta, Marina, Roberto, Agnese, Daria, Gabriella, Paola, Paolo, Walter, Giuliana, Pasquale, Silvano, Eleonora, Karen, Francesca, Aurelio Marco, Athena, Alessandra, Mimmo, Marco, Isabella, Gloria, Roberta, Giuseppe, Barbara, Tiziano, Antonino, Sandra, Annabella

Un pensiero speciale va agli amici del gruppo Retake, tra le realtà più belle che ho conosciuto, che mi dimostrano ogni giorno che ci sono ancora tanti romani che vogliono prendersi cura di questa città: Alfredo, Anna Rita, Arianna, Barbara, Elena, Ermanno, Federico, Lidia, Matteo, Paolo, Patrizia, Raffaella, Valeria, Veronica, Virginia

Ci sono poi i tanti ai quali ho chiesto una mano o che l’hanno chiesta a me, come Gianni, Franco, Giuseppe, Filippo, Laura, Enrico, Alessandro, Paola, Caterina, Fabiana, Barbara, Danilo, Pierluigi, Riccardo, Roberto, Cristina, Alessandro, don Antonio, Maria Rita, Maurizio, Raffaele, Giuseppe, Alessandro, Brunello, Annamaria, Ersilia, Marianna, Alessandra, Juri, Marilda, Danilo, Simona, Cinzia, Matteo, Stefania, Cristina, Marco, Osvaldo, Libera, Giuseppina, Gabriella, Flavia, Vincenzo, Valter, Diego, Simone, Enzo, Marco, Anna, Isabella, Ida, Valeria, Floriana, Maria Grazia, Massimiliano, Manuela, Filippo, Camillo, Francesco, Mohamed, Rifat, Fabio, Ersilia, Claudio, Valentina, Guido, Elio, Maurizio, Aldo, Rossana, Danilo, Simona, Stefano, Clara, Fabio, Lello

…infine un grazie a te, perché se hai letto fino a qui forse reputi valga la pena ascoltare quello che dico, e ti assicuro che se vorrai avrai ancora tante occasioni per farlo!

2go… or not 2go

2go… or not 2go

Oggi ho depositato una proposta di risoluzione in merito al servizio Car2Go (il car-sharing con le Smart bianche e blu), che nelle ultime settimane è stato al centro di molte polemiche in seguito alla riduzione dell’area operativa all’interno della quale è possibile noleggiare le vetture; nel VII Municipio, uno dei più danneggiati dalla modifica, il limite è passato ad esempio da viale Palmiro Togliatti ad Arco di Travertino, tagliando fuori in tal modo decine di migliaia di abitanti.

La rimodulazione è stata motivata da una razionalizzazione del servizio, al quale tuttavia ogni utente si è iscritto pagando una quota (generalmente 19 €) e senza essere avvisato nel contratto di possibili riduzioni dell’area operativa; pur essendo un servizio privato, inoltre, Car2Go è svolto in convenzione con il Comune di Roma, motivo per il quale la conduzione dovrebbe essere mirata anche al pubblico interesse e ad incentivare ogni forma di mobilità alternativa e più sostenibile.

Se avete voglia di leggere l’intero documento potete cliccare qui; di seguito invece, per comodità, quello che ho richiesto nel dispositivo finale:

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO ROMA VII IMPEGNA LA PRESIDENTE A RAPPRESENTARE AL SINDACO E ALL’ASSESSORE COMPETENTE

– il grave danno arrecato agli abitanti del Municipio Roma VII dalla rimodulazione dell’area operativa del servizio Car2go, che ha escluso interi quartieri compresi invece all’atto dell’iscrizione;

– la necessità di rivedere con la società “Car2go Italia s.r.l.” la rimodulazione dell’area operativa, che deve necessariamente avere come base di partenza il mantenimento delle aree inizialmente incluse;

– l’opportunità di valutare, ove quanto sopra non fosse accettato e dunque le esigenze del privato fossero in contrasto con le necessità del pubblico, la rimozione del logo di Roma Capitale dalle vetture Car2go.

Ovviamente, come sempre, vi terrò aggiornati!

Car2go

Auto abbandonata…auto segnalata!

Auto abbandonata…auto segnalata!

Partecipa anche tu alla campagna di segnalazione delle auto abbandonate: ripuliamo le nostre strade!

Avete mai fatto caso a quante auto abbandonate ci sono sulle nostre strade? Io lo faccio da qualche mese e mi sono accorto che tra auto e moto sono davvero tante, queste ultime per giunta spesso lasciate su marciapiedi o in aree non autorizzate; il più delle volte rimangono sulle nostre strade per molti mesi (a volte anni), con conseguenti:
– occupazione di posti auto utili, e tutti sappiamo quanto ce ne sia bisogno nei nostri quartieri;
– aumento del degrado della nostra città, visto che spesso sono in pessimo stato e diventano in fretta dei veri e propri rottami;
– problemi per la sicurezza stradale, essendo in molti casi abbandonate in aree non adibite alla sosta, in prossimità di incroci o degli attraversamenti pedonali.

Vi propongo quindi di partecipare alla campagna di segnalazione delle auto e delle moto abbandonate, inviando all’indirizzo “laddaga.francesco CHIOCCIOLA gmail.com” entro il 31 gennaio una mail con oggetto “Auto abbandonate” riportante:
marca e modello
numero di targa
esatta localizzazione
data di scadenza dell’assicurazione
da quanto tempo (orientativamente) la vedete abbandonata nello stesso posto
una foto (se possibile)

Io metterò insieme tutte le segnalazioni (evitando doppioni) e le inoltrerò al competente ufficio della Polizia Locale, dandovi poi riscontro degli atti conseguenti…

Allora, che aspetti?!

IMG_4463

LATINORUM

LATINORUM

Venerdi ho avuto il privilegio e il piacere di visitare in “pre-apertura” la mostra LATINORUM, allestita dall’artista Giancarlo Neri all’interno delle Case romane del Celio (complesso dei Santi Giovanni e Paolo) e visitabile fino al 16 febbraio.

La mostra consiste in una serie di oggetti di uso quotidiano, quasi tutti giocattoli, dipinti d’oro e collocati negli ambienti del complesso archeologico, con un effetto sorprendente ed ironico di grande suggestione, valorizzato da una splendida illuminazione che dá quasi l’effetto di uno spettacolo teatrale in attesa dell’ingresso degli attori.

Perché ne parlo qui? intanto per consigliarvela, e poi perché credo che questo sia un notevole esempio di intelligente operazione culturale che potrebbe essere replicata anche nel nostro municipio (e in tutta Roma), sfruttando il fascino e la bellezza di contesti archeologici e ridando loro una nuova vita grazie al colloquio con gli artisti contemporanei.

Andateci, e poi mi saprete dire se ho torto o ragione…

Latinorum

Corsi GRATUITI di disostruzione pediatrica

Corsi GRATUITI di disostruzione pediatrica

Sono molto orgoglioso di comunicarvi che su mia iniziativa e grazie alla sensibilità e alla collaborazione degli assessori al Sociale e alla Scuola, Daniela De Lillo e Loris Antonelli, il Municipio VII ha accolto la proposta dell’Associazione Rewind per organizzare nelle sedi dei soggetti operanti nel nostro territorio (scuole, associazioni, parrocchie, comitati, centri anziani, ludoteche, ecc.) dei corsi GRATUITI per diffondere la conoscenza delle manovre di disostruzione pediatrica, che possono salvare la vita di un bambino in caso di soffocamento da corpo estraneo.

Il progetto, a costo 0 per l’amministrazione, sarà presentato domani 15 ottobre alle ore 16 nella sede di Piazza Cinecittà per l’ex-X e martedi 21 alle ore 16 a Villa Lazzaroni per l’ex-IX: nelle due occasioni i responsabili dell’Associazione presenteranno l’iniziativa e tutti i presenti potranno prenotare i corsi (della durata di un pomeriggio) per la propria struttura.

Spargete la voce: “CHI SALVA UN BAMBINO SALVA IL MONDO INTERO”!!!

REWIND Brochure_Pagina_2

Slotmob!

Slotmob!

Già in un altro post avevo parlato delle slot-machine nei bar del nostro territorio e oggi torno a farlo per informarvi di una bella iniziativa che si terrà sabato 10 maggio dalle 10 alle 13 in Largo Appio Claudio: lo SLOTMOB, un evento che vuole premiare i bar che scelgono di non installare le “macchinette mangia-soldi” e ragionare su un problema sempre più consistente nella nostra città.

Oltre agli interventi degli organizzatori, del Presidente del Municipio e dell’Assessore al Turismo e al Commercio capitolino ci sarà la possibilità di ascoltare musica dal vivo, ex-giocatori e partecipare a tornei e giochi, come il calcio balilla.

Se pensi che la ludopatia si può combattere e se anche tu non ne puoi più del dilagare delle slot-machines nei bar del nostro municipio non mancare!

Slotmob

Il parroco delle trincee – report

Il parroco delle trincee – report

Torno a scrivere dell’incontro su don Gioacchino Rey, dopo il post della scorsa settimana, per darvi un breve resoconto di quello che penso (e da qualche riscontro ricevuto credo di non essere il solo) sia stato un momento molto coinvolgente, con una partecipazione che è andata ben al di là delle nostre previsioni, testimoniando l’interesse per una fase storica del nostro territorio ancora viva e toccante.

Dopo il saluto dell’Assessore alla Cultura del Municipio Chiara Giansiracusa, lo storico Walter De Cesaris (autore del libro “La borgata ribelle”) ci ha portato indietro di 70 anni, spiegando perché proprio il Quadraro fu scelto per una delle operazioni più dure e spietate dell’occupazione nazista di Roma; il prof. Pierluigi Amen, dell’Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, ci ha poi raccontato chi era don Gioacchino e con quanta forza e carità fu vicino alle famiglie del quartiere in quei durissimi mesi. Toccante, infine, la testimonianza di Sergio Iannelli, parrocchiano di Santa Maria del Buon Consiglio, che conobbe personalmente questo straordinario sacerdote, il cui ricordo è ancora ben vivo e indelebile nella sua memoria.

Speriamo di riuscire in futuro ad allestire una mostra con i documenti d’archivio che continuano a venir fuori, magari con il coinvolgimento dei tanti giovanissimi presenti ieri, perché l’esempio e l’opera di don Gioacchino continuino a parlare anche quando i testimoni non ci saranno più a ricordarci chi lottò e mise a rischio la propria vita per la salvezza e la libertà di tutti.

P.S. Anche Radio Vaticana era presente ed ha parlato del nostro incontro! (clicca qui per leggere l’articolo ed ascoltare le interviste)

Incontro don Gioacchino Rey

Per amore del mio popolo – In memoria di don Peppe Diana

Per amore del mio popolo – In memoria di don Peppe Diana

Mercoledi 12 marzo, alle ore 18.30, si terrà sul sagrato della chiesa di Don Bosco la maratona di lettura “La forza della parola”, in occasione del ventennale dell’assassinio di don Peppe Diana, persona e sacerdote straordinario che sacrificò la propria vita per amore del suo popolo e della sua terra, esempio per noi credenti e per tutti gli uomini di buona volontà

La manifestazione, organizzata dall’Associazione daSud, dal Presidio Libera Roma Municipio VII, dal Comitato don Peppe Diana, dall’Associazione A voce Alta e dalla Parrocchia di San Giovanni Bosco, sarà per tutti i cittadini del nostro municipio l’occasione per ricordare il pensiero e l’attività di don Peppe e ribadire, in modo forte ed inequivocabile, l’impegno da parte di tutti nelle buone pratiche antimafia, in un periodo in cui la criminalità organizzata sembra sempre più radicata e operante anche nella nostra città.

Io ci sarò… e voi?!

Per amore del mio popolo

Civicamente

Civicamente
Incontro della Lista Civica con il sindaco Marino

Incontro della Lista Civica con il sindaco Marino

Mercoledi scorso c’è stato un incontro pubblico della Lista Civica, cui ha preso parte anche il sindaco Marino: sono state dette molte cose interessanti, soprattutto in merito ad alcune proposte ed iniziative concrete che vogliamo portare avanti come gruppo, sia a livello comunale che municipale (decoro urbano, legalità, cultura, partecipazione, ecc.).

L’aspetto che volevo sottolineare è però un altro: come è stato evidenziato anche dal blog “Roma fa schifo”, attentissimo ai temi di decoro urbano e degrado e molto severo con i gruppi dirigenti cittadini, il nostro gruppo politico è stato praticamente l’unico ad utilizzare ESCLUSIVAMENTE affissioni regolarmente registrate e SOLTANTO in spazi autorizzati.

In un periodo in cui tutti i politici romani maltrattano la città riempiendo ogni  luogo pubblico di avvisi vari, illegali e abusivi (come quelli del gruppo municipale di Forza Italia), contribuendo al degrado delle  nostre strade  e giustificandosi con il solito “tanto lo fanno tutti!”, possiamo affermare con orgoglio che come già in campagna elettorale siamo stati molto coerenti: il decoro urbano è uno dei temi a cui siamo più sensibili e abbiamo dimostrato che ce ne preoccupiamo non solo a parole…

Roma deve cambiare anche da queste piccole cose, perché una città migliore è ancora possibile!

100 giorni (o poco più)

100 giorni (o poco più)

Sono passati poco più di 100 giorni dal mio insediamento in Municipio e tra consigli, commissioni, riunioni, sopralluoghi e audizioni ho scoperto alcune cose, tra cui:

– è vero che alcuni dipendenti pubblici lavorano poco, ma negli uffici del Municipio ho trovato tante persone di grande professionalità e competenza, che sanno fare il proprio lavoro e sono costrette a farlo con pochi mezzi e tra molti disagi (le stampanti senza toner non sono leggende metropolitane…);

– non tutti lavorano per il bene comune e c’è chi continua a pensare solo al proprio tornaconto o ad accontentare l’amico (si lo so, è banale e lo sapevate già… ma ora posso confermarvelo “dall’interno”!);

– è molto facile stare all’opposizione! i problemi sono tanti, le risorse poche, ma molti consiglieri della minoranza giocano a strumentalizzare (e spesso a fomentare) il legittimo malcontento dei cittadini, facendo credere che noi siamo quelli insensibili che non vogliono risolvere i problemi… che magari sarebbe stato più facile risolvere, se la Giunta Alemanno si fosse degnata di approvare il bilancio entro i termini di legge, tanto per dirne una!

– in molti casi quello che i cittadini chiedono è solo di essere ascoltati, cosa che abbiamo fatto in tante sedute di commissioni, nella maggior parte delle quali i presenti ci salutavano con “grazie per averci convocato ed ascoltato, lo chiedevamo da anni”;

– il nostro Municipio è enorme e siamo più di 300.000: è impossibile per una sola persona sapere tutto, conoscere ogni situazione problematica e seguire sempre quello che accade. Ecco perché abbiamo bisogno che i cittadini ci tengano al corrente, ci segnalino, ci pungolino: perché le cose possono essere cambiate, ma dobbiamo farlo insieme! Tu, per esempio, cosa vorresti?!